young people vote when targeted

non imbarazzare
facilitare
capire le differenze
usare linguaggi appropriati
costruire spazi effettivi

“young people are not democrats because they are young, but because of the hard work we’ve done talking with them”
jane fleming kleeb, co-chair dem youth council, chair young voter pac.
facile, no?

per capire l’aria, poi, un panel di approfondimento oggi pomeriggio dedicato al rapporto tra hip hop e politica. di hip hop, nonostante in passato abbia preso ripetizioni, diciamo così, non ne so molto, quindi un po’ di cose mi sfuggivano. ma il tema di come un linguaggio popolare, partecipatico, critico possa servire alla politica mi pare ci sia tutto. e obama potrebbe essere, si diceva, il primo presidente realmente della hip hop generation.

youth

ricordate la storiella del primo e della maestra?

bèh, davanti ai ragazzi di mtv e myspace, obama è decisamente più efficace. clima confidenziale, come tra amici, how do you doing, si dicono, si danno del tu. hi guys appreciated you take the time, saluta. e non si risparmia la frase ad effetto: in america change begins always with youth people.

img_0665.jpg

hillary, povera, arriva in ritardo (e nemmeno si scusa, meritandosi una battutina alla fine di uno dei moderatori, che dice: grazie, ora può tornare al suo calendario). si fa aspettare, e non è un bel simbolo. anche perchè, nell’attesa, si mettono ad intervistare quelli che hanno cambiato idea durante la serata, e chi parla … dice obama!

img_0676.jpg

e, già che ci siete, guardatevi questo.

  • febbraio: 2017
    L M M G V S D
    « Set    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728